12.9 C
Atene
Domenica 7 marzo 2021

Trasporti e trasporti nella capitale - La nuova ricerca di Atene 9.84

✚ ATENE

Un altro "Pocket Park" di 750 mq è pronto. a Pagrati

È il terzo "Pocket Park" che viene completato ad Atene e che ora stabilisce una nuova tattica nell'uso dello spazio pubblico. In un luogo abbandonato ...

Dieci anni senza Miltiadis Evert

I compagni e tutti coloro che lo avevano incontrato più volte in un contesto sociale e giornalistico, parlano di un uomo onesto, dinamico e di cuore aperto. Altri ricordano ...

Innovathens: discussione in linea sulla protezione dei dati personali 

Discussione in linea sulla protezione dei dati personali (GDPR) e innovazione In occasione della Giornata europea per la protezione dei dati personali, il non ...

Il secondo "pocket park" di Atene è pronto

Il secondo "pocket park" viene consegnato dal Comune di Atene agli abitanti della città e nello specifico di Kolonos. Una piccola oasi di verde nel cuore del quartiere, ...

La collina di Strefi torna ad essere un luogo di passeggiate e svago

Un'altra zona emblematica di Atene, esce dal letargo e dall'abbandono. La collina di Strefi che è collegata al lungomare, la ...

I cambiamenti e le abolizioni delle vie di trasporto pubblico, le fermate "intelligenti", l'acquisto di nuovi autobus, le nuove linee della metropolitana per il Pireo che procedono lentamente, ma anche le modalità di trasporto alternative sono oggetto della nuova grande ricerca di Atene 9.84, presentato oggi, martedì 15 ottobre, nello spettacolo "Dames Spathi", con Eleftheria Koumantou ed Eleonora Orfanidou.

La nuova mappa dei trasporti su strada dell'Attica prevede principalmente l'abolizione degli itinerari, ma anche fusioni, modifiche, rinforzi e separazione delle linee dell'Attica in due. L'obiettivo è convertire ancora più linee di autobus in linee fisse, in modo da ridurre la lunghezza delle tratte e quindi i costi di esercizio. Tuttavia, alcune delle cancellazioni hanno provocato reazioni da parte di un pubblico di passeggeri. Un esempio tipico è la linea 100: la ricerca nelle aree di Kolonaki, Lycabettus, Agora centrale (Athena) e Akadimias Street mostra che la stragrande maggioranza dei passeggeri non è d'accordo con la decisione dell'OASA di abolire questa rotta, in quanto serve principalmente anziani.

Si noti che la linea parte da piazza Koumoundourou, attraversa via Karolou, attraversa piazza Vathi, esce a piazza Kaningos e da lì attraverso le strade Akadimias, Solonos, Skoufa raggiunge piazza Kolonaki. Da lì segue il percorso Evangelismos-Syntagma, Karagiorgi Serbia Lekka-Karytsi-Aiolou-Athena-Menandrou-Pireo e il percorso termina nuovamente al punto di partenza di Koumoundourou. La linea 100 usa piccoli autobus che sono considerati flessibili mentre attraversano le strade strette di Atene.

"Doppio parcheggio" e l'uso incontrollato delle corsie degli autobus aggrava ulteriormente la situazione sulle strade principali di Atene.

"Stiamo lanciando nuovi servizi con una strategia digitale. Il nostro obiettivo è utilizzare carte bancarie invece di biglietti", ha affermato il CEO di OASA. Nikolaos Athanasopoulos. Come ha detto, tra le priorità ci sono le linee interoperabili, cioè il collegamento di autobus e filobus con i mezzi di orbita fissa, come la metropolitana e il treno.

[su_slider source = "media: 135536,135537,135538 ″]

Nuova flotta di autobus

Il nuovo governo intende annunciare una nuova offerta per l'acquisto di 750 autobus, un passo decisivo nel rinnovamento della flotta. È particolarmente importante che molti di loro siano elettrici, contribuendo così alla promozione dell'elettrificazione. Resta da vedere come saranno garantiti i 500 milioni di euro richiesti.
L'annuncio del bando di gara per l'acquisto di 93 autobus con finanziamenti dalla Regione Attica è ancora in sospeso. Nessuno conosce il destino di questa particolare fornitura annunciata per la prima volta due anni fa. Il tempo dirà se questo è un fuoco d'artificio del governatore uscente o se diventerà una realtà anche con un ritardo.

-La priorità è anche il miglioramento del funzionamento del sistema di biglietteria elettronica. Tra ciò che si prevede di fare c'è l'acquisto di nuove macchine editoriali (necessarie anche per il funzionamento delle nuove stazioni della metropolitana) ma anche la possibilità di traffico diretto con carte bancarie al posto delle carte e biglietti OASA.

-La pianificazione dell'OASA per il periodo 2018-2022 prevede anche la fornitura e l'installazione di 500 nuovi stand telematici “intelligenti”, con un budget di 2.500.000 euro, ma al momento nessun passo è stato fatto in questa direzione.

-Quando il Wi-Fi, questo è un progetto che si sta trascinando da più di un decennio. Il piano strategico OASA prevede ancora l'installazione del wifi nei veicoli del gruppo con un budget di 900.000 euro. Tuttavia, poiché è previsto il bando di gara per l'acquisto di nuovi autobus, sarà interessante vedere se le specifiche degli autobus includeranno sin dall'inizio la funzione wifi. Si noti che nel bando del precedente governo era previsto di avere un sistema wifi solo negli autobus elettrici!

-OASA prevede inoltre di aggiornare il sistema di controllo bus obsoleto (le telecamere funzionano su pellicola che viene quindi rimossa e visualizzata). Il budget del progetto sarà di 310.000 euro.

-Due ulteriori sistemi tecnologici sono in fase di progettazione dell'Organizzazione: il "Sistema integrato di informazione sui passeggeri OASA" e il "Sistema di gestione della flotta OASA".

Il primo è un progetto che integrerà il sistema telematico. Sebbene al momento non siano stati divulgati dettagli, i sistemi integrati di informazione dei passeggeri (SIGC) utilizzano i dati degli orari e la telematica, fornendo ai passeggeri informazioni su tempi di viaggio, arrivi di orari, modalità di viaggio suggerite, ecc. Il budget del progetto è 1.500.000 .XNUMX euro.

Secondo l'OASA, il funzionamento di un sistema integrato di diagnosi preventiva, capacità tecnica e adeguatezza della gestione dei veicoli della flotta OASA contribuirà allo sviluppo e all'espansione del trasporto urbano sostenibile ed ecologico, promuovendo allo stesso tempo emissioni strategiche a basse emissioni di carbonio. Il budget totale del progetto sarà di 4.060.000 euro.

Centinaia di conducenti nel trasporto lontano dalla ruota per motivi di salute

Più di 500 conducenti nel trasporto pubblico (MMM) sono fuori servizio per motivi di salute, ha rivelato nel pomeriggio il viceministro dei trasporti Giannis Kefalogiannis, commentando la situazione che prevale nel trasporto pubblico. Ha sottolineato, tuttavia, che "da agosto vediamo più autobus".

"Ad Atene, tra i 1.700 autobus esistenti quando abbiamo iniziato il processo di razionalizzazione, si è scoperto che c'erano 850 autobus per le strade, molto meno delle previsioni iniziali", ha affermato il viceministro dei trasporti e ha aggiunto: circa 1.050 autobus a settembre. C'è anche un problema molto acuto di mancanza di conducenti. Ne abbiamo portati circa 1.100 che sono stati distaccati da partiti e parlamentari che non sono stati eletti e nessuno li ha cercati. Inoltre, esiste un serbatoio di circa 200 conducenti che per vari motivi di salute sono stati scoperti fuori dal servizio di guida, in altri luoghi ".

"Siamo nel processo di un controllo sanitario secondario per vedere questi problemi e come possiamo risolverli. Insieme, ci hanno fornito più di 200 autobus negli ultimi due mesi. In ogni caso, cercheremo in collaborazione con l'amministrazione dell'OASA per vedere dove sono le lacune e per fare un programma di razionalizzazione, in termini di personale, per colmarle. Inoltre, come ha affermato il ministro, vogliamo che la gara d'appalto per la sostituzione della flotta venga lanciata nei prossimi sei mesi, in modo che tra circa 18 mesi riceveremo autobus ", ha concluso Kefalogiannis.

Cambiamenti della metropolitana: mira a ridurre i tempi di attesa nelle stazioni

La nuova mappa dei trasporti di Atene, in termini di mezzi orbitali fissi, include nuove linee della metropolitana, estensioni, fornitura di treni, ma anche uno sforzo per ridurre l'attesa nelle stazioni.

L'unico progetto di metropolitana in corso ad Atene da molti anni è in fase di completamento ma a ritmi lenti. L'ultimo orario parlava per il completamento delle prime tre stazioni dell'ampliamento (fino a Nizza) entro giugno di quest'anno ma non sarà consegnato prima del 2020. Per quanto riguarda le altre stazioni come il Teatro Comunale del Pireo, le aspettiamo a giugno 2021 , a condizione ovviamente che non ci siano nuovi ritardi.

Qualcosa si sta muovendo attorno all'estensione della linea 2 della metropolitana da Anthoupolis ad Ano Liossia dopo che la metropolitana Attiko ha annunciato una gara d'appalto all'inizio dell'estate. Man mano che il progetto matura in termini di design, ciò che è richiesto rimane il suo finanziamento. Al contrario, l'estensione da Elliniko a Glyfada è ancora sul ghiaccio da oltre un decennio, senza alcuno sviluppo.
Sono passati quasi due anni e mezzo dall'annuncio della prima fase della gara per il primo tratto della linea 4 della Metropolitana (Alsos Veikou - Goudi). Siamo ormai poco prima dell'annuncio di un offerente temporaneo per il grande progetto e se tutto va bene, il contratto sarà firmato entro la fine del 2020. In circostanze normali, i lavori preliminari del progetto dovranno iniziare prima, mentre in attesa di gennaio firma del contratto.

Con il completamento della gara per la prima sezione della linea 4, verrà in primo piano la necessità di lanciare le estensioni della linea, con priorità nelle sezioni Goudi-Katehaki e Alsos Veikou-Perissos, secondo gli annunci pre-elettorali di ND. Il governo precedente ha promosso la costruzione delle estensioni attraverso concessioni a privati ​​e resta da vedere se l'attuale governo seguirà la stessa strada.

La fornitura di 6 treni direzionali per la linea 3 della Metropolitana (questi sono i treni che possono circolare sulla tratta fuori terra verso l'Aeroporto) è uno dei progetti per i quali la Metro Attica sta cercando di reperire risorse attraverso il NSRF. La fornitura dei treni è necessaria per non richiedere una riduzione delle tratte da e per l'Aeroporto dopo la consegna del prolungamento al Pireo.

Estensioni al tram

Un anno è terminato in breve tempo dalla fermata del traffico nel tratto del Tram Kasomouli-Syntagma a causa delle cattive condizioni dell'alveo sotterraneo di Ilissos. Mentre il governo precedente stava promuovendo il lavoro di rivelazione di Ilissos e spostamento della linea del tram (un compito difficile e inapplicabile), l'attuale governo non ha ancora risposto a cosa farà del progetto. Nel frattempo, il Tram rimane tagliato fuori dal centro di Atene.

Con la promozione dell'investimento di Elliniko, è molto probabile che presto verrà avviato l'ampliamento del Tram nell'area, collegando le stazioni della metropolitana di Argyroupoli ed Elliniko con la zona costiera. Sarà il primo progetto di trasporto privato in Grecia, mentre sembra che i progetti Tram partiranno 2,5 anni dopo l'inizio di tutti i lavori di investimento (nella migliore delle ipotesi, cioè a metà del 2022), e dureranno un anno e mezzo.

Nessuno sa esattamente quando verrà consegnato il prolungamento del Tram nel centro del Pireo, progetto che è arrivato troppo tardi. Con i percorsi di prova che iniziano lo scorso febbraio e con i dipendenti che affermano che c'è una decisione per il funzionamento immediato della linea, è molto probabile che ciò avvenga nel prossimo futuro.
Entro il 2019 dovrebbero essere completati gli studi per l'estensione dal Pireo a Keratsini, rilanciando la vecchia linea del Tram Perama. Rimane discutibile se parte dell'estensione finirà per essere sotterranea o meno. Non è inoltre noto se il progetto sarà o meno una priorità per l'attuale governo.
Infine, secondo il programma, e se non ci saranno ritardi, entro fine anno il primo dei 25 nuovi tram arancioni dovrebbe arrivare ad Atene con l'intera fornitura della francese Alstom Transport da completare entro la fine del 2020.

Forme di trasporto alternative

Nell'ultimo anno, le strade principali sono state inondate di pattini elettrici. Quanto è sicuro? Dove e come dovrebbero circolare? Quali regole devono essere seguite e quali limiti devono essere stabiliti dai responsabili. Allo stesso tempo, quanto è amichevole Atene e le grandi città per l'uso delle biciclette e dove possono essere sviluppate le piste ciclabili?

Il professore propone l'immediata regolamentazione delle regole per l'uso dei pattini elettrici, la creazione di corsie comuni per biciclette e pattini elettrici sulle strade cittadine, la riduzione dei limiti di velocità per le auto nelle città, ma anche l'informazione e la consapevolezza dei cittadini sulle modalità di trasporto alternative. dell'Università Tecnica Nazionale di Atene, dalla "Unità di mobilità sostenibile di NTUA", Thanos Vlastos.

"Atene non è sicura o amichevole per i ciclisti, resta ancora molto da fare, siamo molto indietro rispetto alle altre città europee", ha dichiarato Petros Valtazanos, membro dell'associazione "Friends of the Bike", ad Atene alle 9.84. "Stiamo parlando qui di piste ciclabili e se saranno parcheggi per biciclette a due o tre piani", dirà in modo caratteristico. "Le piste ciclabili devono essere costruite su strade trafficate per beneficiare e unire". Per quanto riguarda i conducenti ateniesi, tuttavia, Valtazanos ritiene che rispettino e si prendano cura dei ciclisti.

Il Ministero dell'Ambiente e dell'Energia sta preparando una Strategia Nazionale per la Bicicletta e il completamento delle infrastrutture in sospeso per la bicicletta in Attica.
Punti chiave della prima Strategia Nazionale per la Bicicletta, riguardanti le priorità e gli obiettivi negli assi sub-tematici: a) promozione delle infrastrutture ciclabili, b) promozione del cicloturismo, c) rafforzamento dei sistemi ciclistici comuni, d) consapevolezza, d) consapevolezza incentivi per aumentare l'uso della bicicletta, f) migliorare il quadro legislativo per l'attuazione di azioni e politiche per aumentare l'uso della bicicletta nelle città greche e nelle campagne. Inoltre, vengono promosse le questioni rilevanti per l'unificazione della rete ciclabile del percorso Kifissia-Faliro, nonché il completamento della rete ciclabile metropolitana per l'Attica.

bicicletta

Per Trikala, una città con una tradizione nel ciclismo e le azioni del Comune in questa direzione, ha parlato ad Atene 9.84, il sindaco di Trikala Dimitris Papastergiou.

"Abbiamo la più grande flotta di biciclette, a Trikala sarebbe un male creare una rete urbana più ampia quando la città è piatta e il suo raggio non può supportarla. Abbiamo realizzato in centro 7 chilometri di piste ciclabili e stiamo promuovendo sempre di più l'uso della bicicletta "ha detto il Sig. Papastergiou, sottolineando che" l'obiettivo è rafforzare l'immagine dove le famiglie escono con i loro figli, con le loro biciclette, e questo va fatto. in sicurezza".

"Le grandi città sono ostili alla bicicletta, e città come Lamia potrebbero non essere in grado di supportare una rete di biciclette, ma dobbiamo dare spazio e non aver paura di portare la macchina fuori dal centro. "C'è sempre spazio per respirare", ha concluso Papastergiou.

Progetti e infrastrutture ferroviarie

La riapertura delle linee, l'ampliamento delle linee suburbane, l'interramento, la costruzione di stazioni, il potenziamento dei percorsi, il completamento dei progetti alla stazione di Larissa e lo sviluppo commerciale della stazione del Pireo sono i progetti ferroviari più importanti che i cittadini si aspettano. Per quanto riguarda i progetti generali di infrastrutture di trasporto, sono in corso la creazione di una stazione KTEL a Eleonas, l'estensione del porto del Pireo, la rigenerazione della baia di Faliraki, il collegamento sottomarino di Salamina, il porto marittimo, l'estensione di Attiki Odos e il completamento delle strade.

Il progetto della stazione di Larissa è ancora nella sua prima fase. Da due anni la dirigenza di ERGOSE si prepara al bando del concorso, che però non si è svolto nell'estate a causa delle elezioni. Attraverso il progetto, saranno costruite 3 nuove banchine al posto di quelle vecchie, mentre la stazione sarà collegata sottoterra con l'omonima stazione della metropolitana.

Per quanto riguarda il porto, il governo precedente non aveva indetto un'offerta per lo sviluppo delle proprietà di GAIAOSE e STASY nel Pireo. L'attuale governo, tuttavia, sembra determinato a proseguire i lavori per la creazione di un centro commerciale e di un hotel nel porto del Pireo.

Nel prossimo futuro inizieranno i principali lavori per l'interramento di 2 km di linee ferroviarie nell'area di Sepolia. L'appaltatore del progetto è già stato installato mentre il completamento dei lavori è previsto in circa 4 anni.
La costruzione di stazioni suburbane a Gerakas e Kryoneri è nell'aria in quanto non si sa se gli annunci del governo precedente saranno priorità del presente. Lo stesso vale per l'estensione a Lavrio e Rafina.
Attendiamo l'avvio del progetto di normalizzazione ed elettrificazione della sola linea ferroviaria Istmo-Loutraki, dopo molti anni senza tratte. Il contratto è stato firmato a giugno e il programma prevede che il progetto sarà completato in 18 mesi.

Non si sa, invece, in quale fase siano gli studi per l'analogo della vecchia linea ferroviaria dalla zona di SKA a Elefsina. Gli studi, del costo di 27 milioni di euro, sono stati realizzati da ELPE (che è in fase di privatizzazione) mentre il progetto includerà un oleodotto sotterraneo lungo le linee. Un altro progetto per la riapertura di una vecchia linea ferroviaria è Isthmus-Agioi Apostoli, che è stato intrapreso da MOTOR OIL. Il progetto era stato annunciato nel 2018 e poi i rappresentanti della compagnia petrolifera avevano dichiarato che dopo gli studi, i progetti dureranno 18 mesi, per la riapertura di una linea di 10 km e di 4 oleodotti.

La costruzione di una stazione degli autobus in Eleonas viene spesso alla ribalta senza essere implementata. La nuova stazione degli autobus tornerà in primo piano se i piani per la rigenerazione dell'area Eleonas-Votanikos andranno avanti.
La realizzazione delle opere di ampliamento di Attiki Odos (Koropi-Lavrio, completamento dello Ymittos regionale con costruzione di un tunnel per Vouliagmeni Avenue, estensione da Spata a L. Marathonos, apertura di Kymi Avenue) è stata inclusa nel programma preelettorale di ND. da un giorno all'altro.
I lavori di trasporto per il rinnovo della baia di Faliriko sono in fase di completamento. Secondo il programma, in autunno il traffico del tram tra Delta Faliro e SEF dovrebbe fermarsi per spostare la linea.
Per il porto del Pireo, l'appaltatore del suo progetto di espansione è già stato selezionato, attraverso la costruzione di un nuovo molo da crociera. Questo è uno degli investimenti obbligatori di Cosco per PPA.

Un altro progetto che è stato inserito nel programma pre-elettorale di ND è stata la costruzione della nuova autostrada Elefsina-Yliki con l'obiettivo di aggirare le sempre cariche Kifissos (e Atene) da chi si muove tra il nord e il sud della Grecia.
Il collegamento sottomarino di Salamina è il progetto che metterà fine all'isolamento del traffico di Salamina e lo avvicinerà al Pireo e ad Atene. Al momento stiamo aspettando l'esito del relativo bando ma tutto dimostra che la realizzazione del progetto non sarà per niente facile. I dettagli tecnici del progetto non sono ancora stati resi noti e quindi non sappiamo se il tunnel includerà lo spazio per il futuro attraversamento del tram, che dovrebbe raggiungere comunque Perama.

I progetti per la realizzazione del primo corso d'acqua dell'Attica, che come tutto mostra sarà quello di Elefsina, procedono a rilento. Il waterfront sarà realizzato in collaborazione con l'Autorità Portuale Elefsina e Hellenic Seaplanes, mentre lo scorso inverno si è svolto il concorso di architettura per il progetto.

Isidoros Roussos - George Manousakakis - Costas Korellis - Kalliopi Aslanidou

Notiziario alle 24:00

L'altissima carica virale in combinazione con le mutazioni -vecchie e nuove- non lasciano spazio all'autocompiacimento. 41 persone perse nelle ultime ore ...

Attacco informatico russo-cinese al Coreper per i vaccini contro il coronavirus 

I servizi segreti russi e le spie cinesi sarebbero coinvolte in attacchi informatici avvenuti lo scorso anno contro l'Agenzia europea per i medicinali (EMA), secondo le informazioni di ...

Blocco EL.AS e controlli severi per l'attuazione delle misure

Al culmine sono dalle 19.00 del pomeriggio i provvedimenti della Polizia ovunque in Attica e in tutte le zone che si trovano in ...

Notiziario alle 23:00

La carica virale in Attica rimane alta in modo allarmante. Si registrano 1153 nuovi casi su un totale di 2301, annunciati da EODY.41 persone hanno perso l'ultimo ...

I pazienti slovacchi con Covid-19 sono stati trattati in Polonia e Germania

I primi pazienti slovacchi con Covid-19 sono stati ricoverati nella vicina Polonia e si prevede che altri in Germania decongestioneranno questo paese che ha ...

Debole vibrazioni sismiche 4,2 Richter a Ellasona

Un debole terremoto di magnitudo 4,2 della scala Richter si è verificato alle 21:47 nell'area di Ellasona. A nome dei costituenti dell'Azienda Sismologica Nazionale Unificata ...

Notiziario alle 22:00

La carica virale in Attica rimane alta in modo allarmante. Registra 1.153 dei 2301 nuovi casi, annunciati da EODY.41 persone hanno perso l'ultimo ...

ACCADE AD ATENE

Giornata internazionale della donna ad Atene 9.84

La Giornata internazionale della donna, l'8 marzo, segna le lotte quotidiane delle donne in tutto il mondo e lo sforzo continuo per promuovere i loro diritti. Contemporaneamente,...

Schinas e Kikilias nei test gratuiti per il coronavirus domenica a Syntagma

Il ministro della Salute Vassilis Kikilias, il vicepresidente della Commissione europea Margaritis Schoinas e il presidente dell'Organizzazione nazionale della sanità pubblica Panagiotis Arkoumaneas, saranno ...

Stazioni della metropolitana aperte - Traffico dei tram ripristinato

Sono state aperte tutte le stazioni della metropolitana, chiuse a seguito di un ordine di ELAS. Queste sono le stazioni "SYNTAGMA", "OMONIA", "PANEPISTIMIO", "AKROPOLI" e "SYGGROU-FIX". Inoltre è stato restaurato ...

Le stazioni della metropolitana sono state chiuse per ordine di ELAS

Per ordine della Polizia greca, le stazioni della metropolitana "SYNTAGMA", "OMONIA", "PANEPISTIMIO", "AKROPOLI" e "SYGGROU-FIX" sono chiuse. I treni passano senza, però, che abbiano luogo ...

Bus di carnevale e caccia al tesoro in internet nel Comune di Ilio

Senza le migliaia di partecipanti al carnevale delle scuole e delle Associazioni della città, senza i costumi tradizionali del lunedì grasso ma con un grande sorriso, piacevole ...