18.1 C
Atene
Lunedì 26 ottobre 2020

Nuova ricerca di diANEOsis: come i greci hanno vissuto la pandemia

✚ ATENE

Mistero del gas a Gazi

Un innovativo ed emozionante escape game per famiglie e bambini dagli 8 anni, presenta il Museo del gas industriale. Dal 23 ottobre 2020 genitori e ...

Offerta Bazar per pazienti soli a Serafio

Con il motto "Stare accanto ai BAMBINI e ai pazienti adulti negli Ospedali dell'Attica" il "Ministero Volontario dei Pazienti negli Istituti di cura" ...

Comune di Atene: Nuova era per il riciclaggio: 27 moderni camion della spazzatura e 4.000 contenitori per la raccolta differenziata

Dopo 15 anni, il Comune di Atene sta procedendo con un radicale rinnovamento e un rafforzamento particolarmente significativo delle attrezzature di riciclaggio della città, dimostrando nella pratica l'interesse ...

Inizia per INNOVATHENS Academy

Un nuovo programma educativo e insieme una serie di laboratori didattici con cicli tematici, l'Accademia INNOVATHENS, viene inaugurata dal polo di innovazione e imprenditorialità di Technopolis ...

Comune di Atene: test rapidi Covid-19 in otto club dell'amicizia per i residenti della città

Il Comune di Atene risponde immediatamente e nel modo più efficace possibile allo sforzo per far fronte alla pandemia di Covid-19, dopo il ...

Fatti interessanti sulle emozioni dominanti dei greci che cercavano supporto psicologico durante la crisi causata dalla pandemia provengono dal funzionamento della linea telefonica di supporto psicosociale a cinque cifre "10306"

Quali sono stati i sentimenti dominanti dei greci che hanno cercato supporto psicologico durante la crisi pandemica nel nostro paese?

Nella nuova ricerca diANEOsis, il professore della XNUMXa clinica psichiatrica dell'EKPA Marina Oikonomou-Lalioti presenta dati interessanti di funzionamento della linea telefonica di supporto psicosociale a cinque cifre 10306.

La paura è l'emozione dominante (il 67,6% ha risposto continuamente o più volte), seguito dalla tristezza (58,2%), dalla sorpresa (43%) e dalla rabbia (42,8%).

1. Elenchi telefonici nel settore sanitario

La comunicazione telefonica è senza dubbio un modo economico, facile da usare e ampiamente utilizzato per far circolare le informazioni. A livello globale, le hotline sono sempre più utilizzate nella pratica quotidiana, fornendo informazioni e consulenza su una vasta gamma di problemi, una parte significativa dei quali sono problemi di salute.

Nella letteratura medica internazionale ci sono diversi riferimenti al lavoro, al ruolo, al carattere e alle forme delle linee telefoniche. I servizi telefonici sono considerati per consentire approcci innovativi alla circolazione delle informazioni in molti campi della medicina, contribuendo alla promozione della salute in generale. La fornitura di consulenza e supporto tramite linee telefoniche è parte integrante di un moderno sistema sanitario incentrato sull'uomo e ha un valore sociale speciale, in quanto presenta indiscutibili vantaggi in termini di accessibilità, convenienza e numero di scelte di servizi forniti.

La risposta delle linee telefoniche al pubblico riflette la moderna tendenza sociale secondo cui gli utenti dei servizi sanitari rivendicano l'informazione responsabile sulla loro malattia, attraverso la quale vengono responsabilizzati e diventano più capaci di avere un ruolo attivo nella sua gestione.

Negli ultimi anni, lo sviluppo vertiginoso della tecnologia e la diffusione di informazioni da Internet e dai media sono diventati fattori particolarmente catalitici nell'informazione del pubblico sui problemi di salute. Va notato, tuttavia, che le informazioni online non forniscono un approccio personalizzato, lasciando molto spazio a interpretazioni errate e ampio spazio per l'emergere di conoscenze incomplete e semi-apprendimento.

Quindi gli utenti dei servizi sanitari hanno ora la necessità di approcci personalizzati per il supporto e la risoluzione dei problemi, informazioni responsabili e accesso diretto ad essi. In tale contesto, il funzionamento di un telefono Helpline risponde a questa richiesta, con i vantaggi di personalizzazione, velocità e accessibilità, ma anche l'ampliamento della gamma di opzioni di trattamento disponibili.

Soprattutto nel caso di persone con problemi di salute cronici, i servizi telefonici sono inestimabili e diventano uno "strumento di empowerment" soprattutto quando le strategie di autogestione non riescono a portare i risultati desiderati oa controllare i sintomi.

2. Linee di assistenza per la salute mentale

Nel campo della salute mentale, la mancanza di informazioni e l'accesso alle fonti di cura disponibili è grave e il problema è aggravato dallo stigma sociale, dagli stereotipi e dai pregiudizi che ancora oggi accompagnano le malattie mentali e affliggono i malati di mente. Lo stigma è anche considerato il principale ostacolo nel cercare aiuto e quindi nel ricevere un trattamento efficace.

I primi servizi telefonici apparvero nel campo della salute mentale negli anni '1960, principalmente ai fini della prevenzione del suicidio e dell'intervento immediato in situazioni di crisi. Da allora, una serie di servizi simili è stata istituita per integrare i servizi di salute mentale esistenti colmando potenziali lacune, come carenza di risorse umane o difficoltà di accesso per le persone che vivono in aree rurali o remote.

A livello internazionale, esempi di successo sono le hotline SANELINE, SAMARITANS e MIND in Inghilterra e LIFELINE in Australia, che forniscono supporto psicologico e informazioni pratiche, fornendo anche consulenza e assistenza nella ricerca di servizi specialistici adeguati. e obiezioni.

Nel nostro paese, la fornitura di servizi di supporto psicologico per telefono non è una realtà consolidata e pienamente integrata nel sistema di salute mentale, anche se di tanto in tanto ci sono stati servizi di supporto telefonico intermittente, focalizzati su questioni specifiche e per un determinato periodo di tempo che il rispettivo finanziamento, con le sue lacune e le sue omissioni sono state coperte.

Tra questi vale la pena menzionare l'helpline per la depressione dell'Istituto universitario di salute mentale della ricerca (EPIPSY) che ha funzionato dal 2008 al 2013, nel mezzo di un'intensificazione della recessione economica, l'helpline per il 1018 La linea per la violenza domestica (15900) è operativa fino ad oggi.

Il ruolo delle hotline di supporto psicologico diventa ancora più importante in tempi di crisi, dove di solito c'è un aumento della prevalenza di disturbi mentali, specialmente quelli dello spettro depressivo.

3. Il caso della linea di supporto psicosociale nel mezzo di una pandemia

Di fronte alla minaccia rappresentata dalla pandemia in tutto il mondo e senza cadere nella trappola del "centrismo temporale", termine introdotto nel 1974 dal sociologo Jim Fowles, recentemente scomparso, la sensazione di vivere nel periodo più cosmogonico della storia con conseguenze disastrose In tutti i settori della vita, non vi è dubbio che l'improvvisa e violenta invasione di Covid-19 abbia segnato una crisi che ha seminato paura e panico e innescato processi mentali con sconvolgimenti e spostamenti avversi in individui vulnerabili e non vulnerabili.

Nella maggior parte dei paesi del mondo avanzato, i sistemi di servizi di salute mentale disponevano già di linee telefoniche di supporto che includevano le contestate affermazioni relative agli effetti psicosociali del virus nel loro contesto, adattando rapidamente il loro funzionamento a tal fine.

Il Dipartimento europeo della salute mentale (Mental Health Europe) ha lanciato una mappa che mostra le hotline di supporto psicologico durante la crisi Covid-19 in 23 paesi europei che non includevano il nostro paese, mentre nel Regno Unito sono state istituite hotline speciali. assistenza ai virus fornendo consulenza e supporto psicologico a molte diverse categorie di cittadini.

In Grecia, la fornitura di supporto psicologico telefonico nella crisi della pandemia di coronavirus SARS-CoV-2 e il rischio di infezione da COVID-19 è stata un'iniziativa della Prima Clinica Psichiatrica dell'Università di Atene con la creazione della linea corrispondente, che ha iniziato subito ad operare dopo il 10 marzo 2020 con la procedura d'urgenza, in collaborazione con le autorità del Rettore dell'EKPA. La Linea che rispondeva al numero 2107297957 fu inquadrata in questa prima fase della sua operazione da Professori di Psichiatria, Psicologi, nonché collaboratori volontari interni ed esterni della Clinica.

L'esperienza acquisita da questa linea è stata il punto di partenza della discussione per la sua espansione ed espansione in collaborazione con il Segretariato generale della sanità pubblica, che si è evoluto in una linea di supporto psicosociale con il coinvolgimento della Federazione delle istituzioni psicosociali e psichiatriche.

In questo contesto, la metodologia è stata formulata ed è stato deciso di gestire la linea di supporto psicosociale 10306 che è una linea aperta di comunicazione, che fornisce informazioni anonime e riservate sulle conseguenze psicosociali di Covid 19, supporto psichiatrico, psicologico e sociale.

La hotline di supporto psicosociale a cinque cifre 10306 è stata messa in funzione sabato 4 aprile 2020 ed è ancora operativa oggi.

4. Valutazione della linea di supporto psicosociale

Nel contesto della valutazione della fornitura di servizi telefonici, nonché per ragioni di una rappresentazione più valida delle difficoltà psicosociali incontrate dai nostri concittadini in cerca di aiuto nel mezzo della pandemia di coronavirus, è stato registrato un protocollo di ricerca per registrare richieste di chiamata, sintomi e depressione. e le caratteristiche sociodemografiche di base dei chiamanti. Durante o dopo la chiamata, i professionisti della salute mentale che hanno amministrato la chiamata hanno compilato i dettagli del modulo di registrazione, che includeva domande sulle caratteristiche socio-demografiche del chiamante, l'esposizione dei media, i sintomi di ansia e depressione (scale di rilevazione di Goldberg), le emozioni vissute nelle ultime 2 settimane e il tipo di intervento fornito. Hanno anche completato verbalmente la richiesta di base della chiamata. Su un totale di 6.424 questionari compilati, è stata effettuata una selezione casuale di 1.606 questionari.

I seguenti sono stati di interesse dall'utilizzo dei dati:

Per quanto riguarda i dati socio-demografici, il 65,2% è rappresentato da donne, il 41,1% è sposato, il 42,1% ha completato studi universitari o post-laurea e il 53% appartiene a gruppi economicamente attivi.
La maggior parte dei chiamanti (63%) non ha riportato alcuna malattia mentale.
Uno su due non aveva mai consultato un professionista della salute mentale, né ora né in passato.
La paura è l'emozione dominante che i chiamanti hanno riferito di sentire più spesso (il 67,6% ha risposto in modo continuo o più volte), con tristezza (58,2%), sorpresa (43%) e rabbia (42,8%). %) da seguire.

Più in dettaglio: nel campione totale di 1.606 inviti, per il periodo dal 16/03 al 29/05, presentati in raggruppamento basato sul timore di infezione e / o malattia di Covid-19, la quarantena con le conseguenti restrizioni misure ed economia e si riflettono rispettivamente nella Tabella 1 e nel Grafico 1, mostrando quanto segue per quanto riguarda le richieste dei chiamanti:

Sta diventando chiaro che sebbene lo stress sia elevato durante le prime due settimane (38,7%), da allora è in calo da allora, con l'ultimo periodo di maggio le percentuali ora sono solo del 15,6%.

Al contrario, la depressione inizia all'inizio di misure restrittive con tassi più bassi di quelli di ansia (30,6%) e nonostante le fluttuazioni che mostra, negli ultimi quindici giorni raggiunge il 35,4% mostrando un aumento significativo e facendo la differenza in questo un gruppo di popolazione speciale composto da persone che chiedono aiuto su una linea di assistenza.

Perché la depressione supera lo stress in un momento in cui i cambiamenti nel nostro stile di vita e nel nostro funzionamento sono catastrofici? Vale la pena concentrarsi su quanto segue:

Con il passare dei giorni e la diffusione del virus viene controllata e trattata in modo efficace, gli stress della malattia che ne derivano si riducono. Le misure restrittive sono ora riuscite a "integrare" nella coscienza collettiva la diffusione del virus e la minaccia generale rappresentata dalla sua trasmissibilità. Tuttavia, l'impronta di quarantena con le conseguenti restrizioni alla comunicazione, i nuovi modi di distanza fisica, la nuova "cultura" del contatto immateriale e il ridotto senso di libertà nei movimenti emergono gradualmente un "lutto collettivo" di fronte a una grande perdita: la sua perdita vecchia normalità nella coesistenza e separazione del già familiare stile di vita. Mentre la marea della prima ondata di emozioni cataclismiche si attenua, viene esposto il carico traumatico che ha portato con sé. E emerge un complesso di sintomi caratteristici della depressione clinica.

Allo stesso tempo, però, viene esposta la dura esperienza della crisi economica decennale e si riattivano i processi di depressione, che come malattia è diventata una piaga nazionale ed è stata dipinta come una "depressione nazionale", con tassi che salgono dal 3,3% prima della crisi (2008 ) al 12,4% nel 2013 nelle indagini epidemiologiche sulla popolazione generale.

Pertanto, in questa luce, la crisi pandemica di Covid-19 acquisisce un peso speciale per la narrativa psichica individuale e collettiva, suscitando emozioni dolorose e ricordi psico-traumatici dal recente passato nazionale.

5. Pensieri

Sin dal suo inizio, la Linea sembra essere stata essenzialmente la porta di accesso al sistema dei servizi di salute mentale, poiché uno su due chiamanti non aveva mai consultato un professionista della salute mentale, né ora né in passato, dimostrando che copriva un reale grande bisogno dei cittadini e contribuito in modo significativo alla rimozione dello stigma che accompagna l'uso di servizi pertinenti.

Attraverso gli interventi e la gestione delle richieste, ha funzionato essenzialmente come un servizio di salute mentale primaria e come un filtro di smistamento - intercettazione dei casi nei servizi di salute mentale già gravati del settore pubblico, riducendo significativamente il volume del sistema co-servito. particolarmente importante durante il periodo di pandemia.

In sostanza, la Linea è stata confrontata e ha cercato di superare la patogenesi cronica e le "malattie sottostanti" della riforma psichiatrica incompleta, con le enormi esigenze insoddisfatte nel campo della salute mentale - sia in termini di distribuzione geografica che di ignoranza dei servizi per gli ignoranti. renderlo nelle menti di molti come l'unica via di uscita di informazioni e supporto.

Dopo tutto, ogni crisi ha l'aspetto del disastro ma anche l'aspetto dell'opportunità e delle iniziative spontanee, alternative e prospettive. Se qualcosa di positivo può emergere da questa situazione a livello dei servizi di salute mentale, è l'adozione e l'integrazione di linee di supporto organizzate e altri servizi tecnologicamente avanzati nel sistema generale dei servizi di salute mentale.

6. Invece dell'epilogo

Non è da sottovalutare che i dati sopra riportati non sono dati da un'indagine sulla popolazione generale ma dati da uno specifico gruppo di popolazione, i "cercatori di aiuto", coloro che cercano aiuto, coloro che hanno bisogno di parlare, coloro che hanno bisogno di qualcuno dall'altra parte della linea che li ascolti, che si schieri con consapevolezza ed empatia verso il loro problema.

Dopo tutto, non è questo il ruolo di un sistema di salute mentale pluralistico e democratico? Non è questo il ruolo di una democrazia sensibile, di una società empatica? Per "ascoltare" e comprendere il dolore mentale, per riconoscere, rispettare e rispondere al bisogno soggettivo interiore.

Leggi qui tutte le ricerche su diANEOsis

Covid-19: il capo dell'OMS avverte di "nazionalismo vaccinale"

Il direttore dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) oggi ha chiesto la solidarietà globale nella distribuzione di ogni vaccino che verrà prodotto in futuro contro ...

"Abbiamo mesi molto difficili davanti a noi", ha avvertito la Merkel, chiedendo "disciplina, disciplina, disciplina!"

"Ci aspettano mesi molto difficili!", Ha sottolineato ancora una volta con toni drammatici la cancelliera Angela Merkel, riferendosi all'evoluzione del secondo ...

Notiziario alle 24.00

Con 158 voti a favore, contro 133, il Parlamento ha respinto - come previsto - la mozione di censura presentata da SYRIZA contro il ministro ...

Notiziario alle 23.00

Con 158 no, la mozione di censura di SYRIZA contro il ministro delle Finanze, Christos Staikouras, è stata votata contro dalla plenaria del Parlamento, in occasione del nuovo ...

AEK ha superato con una vittoria per 1-0 di Giannina

L'AEK ha sconfitto il PAS 1-0 a Ioannina con un rigore "tiro" di Ansarifard. PAS aveva due obiettivi che sono stati cancellati tramite VAR e ...

La mozione di censura contro Chr. Staikoura

La mozione di censura contro il ministro delle Finanze, Christos Staikouras, presentata da Alexis Tsipras e dai suoi deputati, è stata votata contro dalla sessione plenaria del Parlamento ...

Notiziario alle 22.00

Dopo 35 ore di procedura parlamentare, i discorsi di 141 deputati, 24 ministri, 6 rappresentanti parlamentari, si è concluso il dibattito di 3 giorni in Parlamento sulla proposta ...

ACCADE AD ATENE

La Medaglia d'Oro al Valore della Città di Atene sarà assegnata al Presidente della Repubblica di Cipro Nikos Anastasiadis

La Medaglia d'Oro al Valore della Città di Atene sarà assegnata al Presidente della Repubblica di Cipro Nikos Anastasiadis, domani lunedì 26 ottobre alle 19.45, a ...

Comune di Atene: accogliamo con favore i percorsi di prova del tram in modo che presto raggiunga nuovamente la Costituzione

Il Comune di Atene accoglie con favore i percorsi di prova per la riapertura del tram per raggiungere al più presto Syntagma. Nel contesto di ...

Comune di Atene: domenica di pulizia e disinfezione a Ellinoroson

La settima comunità municipale è stata oggi al centro delle escursioni domenicali dei servizi di pulizia e disinfezione del Comune di Atene. "Il modo in cui ...

Un autobus "verde" della tecnologia europea per le strade di Atene nei prossimi giorni

Anche l'elettricità in Grecia è entrata nel trasporto stradale come pilota, con gli autobus "puliti" che effettuano percorsi di prova nel centro di Atene. Prima...

Mistero del gas a Gazi

Un innovativo ed emozionante escape game per famiglie e bambini dagli 8 anni, presenta il Museo del gas industriale. Dal 23 ottobre 2020 genitori e ...

Larghezza totale inferiore